NERONE E PAOLO DI TARSO

E’ un pò che pare abbia abbandonato il blog. Ma non è così! In questi giorni ho partecipato a due convegni
di archeologia e ieri ho presentato un libro su Nerone. Dal libro emergevano, possenti, due personaggi: a
parte l’imperatore – considerato folle, l’anticristo – la splendida figura dell’apostolo Paolo di Tarso, definito
dallo storico Omodeo "anarchico" e "sovvertitore dell’ordine pubblico".
Primo problema, Nerone era davvero folle? Diventato imperatore a 17 anni, morto a 30 anni, ebbe come
maestro per molti anni Seneca, che ci appare una figura ambigua, lontana dal "clichè" conosciuto di uomo
di cultura. Uno storico antico afferma che fu proprio lui a suggerire all’imperatore il matricidio di Agrippina,
che ambiva a gestire il potere. Accusato fin dall’antichità di aver causato l’incendio di Roma accusando i
cristiani del misfatto, trova difensori fin dall’antichità. Le case erano costruite in legno e gli incendi erano
facili, come del resto è stato fino a poco tempo fa anche in capitali nordiche, compresa Copenaghen. E’
fuori di dubbio che promosse un piano regolatore per Roma e fece progettare il collegamento via terra di
Pozzuoli, porto mediterraneo della capitale, con la città, sfruttando canali navigabili nell’area di Terracina,
partendo dai laghi Lucrino e Averno. Fu il primo a far iniziare anche i lavori di scavo dell’istmo di Corinto.
L’apostolo Paolo poteva evitarsi il martirio ma, come cittadino romano, aveva il diritto di essere giudicato
dall’imperatore. Bastonato, lapidato, imprigionato per due anni come profanatore di un tempio ebraico,
aveva contro di sé non solo giudei e pagani , ma anche cristiani. Il suo viaggio avventuroso a Cipro e Malta
su una "carretta del mare" per approdare a Pozzuoli e poi a Roma per sfidare Nerone ha il sapore di un
romanzo.
Voleva essere, in realtà, seguace di Cristo fino al martirio.
 
 
 
 
Annunci

Informazioni su italulyxes

Sono un archeologo italiano che ha fatto importanti scoperte soprattutto a Ercolano, con l'aiuto della National Geographic Society. Se n'è trattato nei principali "media" del mondo. Ho guidato Mostre di Pompei in molti paesi europei e negli Stati Uniti.
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...