L’ARCHEOLOGIA “MAGICA” DI MAIURI

In un mio libro fortunato ho definito "magica" l’archeologia di Amedeo Maiuri, col quale ho lavorato dieci
anni. Con questa definizione ho inteso rappresentare la sua straordinaria capacità di avvertire il passato
come presente e reale. L’archeologia, cioè, come "vita degli antichi", scrutata non solo in ciò che resta
della vita materiale, ma in ogni possibile risvolto psicologico.
Infatti, cos’è l’archeologia? Possesso di oggetti come ai tempi dei Borbone, cioè collezionismo? Piacere
di vagare all’aria aperta alla ricerca di ruderi, di antiche fortificazioni? Conoscenza di siti del passato più
o meno famosi? Redazione di cataloghi di bronzi, vetri, terrecotte, ori, argenti, cocci, manici di vasi?
Maiuri prima di approdare a Napoli a dirigere una Soprintendenza con un territorio enorme – dal basso
Lazio al Molise, all’area flegrea, al Cilento, con grandi parchi archeologici come Pompei, Ercolano, Velia,
Paestum – aveva diretto per dieci anni il Museo di Rodi, da lui creato. E il mestiere di archeologo l’aveva
inteso non come esercitazione filologica sui resti del passato, ma come "identificazione" di luoghi, persone
e paesaggi mai scomparsi nel profondo dell’io. Mondo anche mitico, di dei ed eroi. Ma non simile a quello 
dei personaggi dell’Ariosto, sospeso fra la Terra e la Luna. Bensì familiare, autentico, vivo.
E’ soprattutto a Pompei che si dipana la sua "archeologia magica", nella quale vivono personaggi che si
comportano talvolta come piccoli Trimalchioni e parlano la stessa lingua scurrile di Petronio. Non pago
delle tante scoperte Maiuri commenta magistralmente la "Cena", per penetrare più intimamente nella 
vita degli abitanti della Campania ai tempi di Nerone.
Annunci

Informazioni su italulyxes

Sono un archeologo italiano che ha fatto importanti scoperte soprattutto a Ercolano, con l'aiuto della National Geographic Society. Se n'è trattato nei principali "media" del mondo. Ho guidato Mostre di Pompei in molti paesi europei e negli Stati Uniti.
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...