RE GUSTAVO DI SVEZIA A ERCOLANO

Nel libro "Archeologia e ricordi" accenno alla visita a Ercolano del re Gustavo VII di Svezia in compagnia
della moglie e della figlia, all’epoca regina di Danimarca. Mi occupavo da poco degli scavi per incarico di
Amedeo Maiuri, illustre archeologo sul quale ho scritto un saggio: "L’archeologia magica di Maiuri", oggi
introvabile, ma che sarà edito presto in terza edizione. Mi colpì l’affabilità di questo re democratico molto
appassionato di archeologia, che invitò Maiuri e me a salire sulla sua macchina per il rientro a Napoli dopo
una capatina al Vesuvio.
La visita fu accurata. Maiuri si occupò del re e della moglie, mentre intorno a me si creò un gruppetto nel
quale era compresa la bella figlia. Era l’inizio degli anni Cinquanta, quando stavo creando il collegamento
fra il cardo III della città e il decumano massimo, previo l’abbattimento di un’ottantina di case fatiscenti
della città moderna che allora si chiamava Resìna. Guidammo gli ospiti soprattutto nelle case e botteghe
che erano stato il vanto dello scavo Maiuri dal 1927 in poi e che aveva salvato ogni materiale deperibile, 
particolarmente il legno. Ma anche cibi, stoffe, colori. L’esplorazione era stata eseguita dall’alto verso il
basso, recuperando le coperture in tegole di molte abitazioni, impiegando anche una decauville trainata
da cavalli.
Fu una giornata memorabile per l’entusiasmo espresso a più riprese per ogni particolare, come i letti, gli
sgabelli, i tegami, ogni più piccolo dettaglio. Effettivamente Ercolano, per le circostanze del seppellimento
così diverse rispetto a Pompei, faceva entrare direttamente i visitatori  nell’intimità della vita antica…
 
visitatori nei dettagli della vita antica…  
Annunci

Informazioni su italulyxes

Sono un archeologo italiano che ha fatto importanti scoperte soprattutto a Ercolano, con l'aiuto della National Geographic Society. Se n'è trattato nei principali "media" del mondo. Ho guidato Mostre di Pompei in molti paesi europei e negli Stati Uniti.
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

4 risposte a RE GUSTAVO DI SVEZIA A ERCOLANO

  1. Angelo ha detto:

    Certo che essere allievo di Maiuri dev\’essere stato grandioso!!!

  2. GIUSEPPE ha detto:

    Non sempre! Talvolta era bizzoso e geloso… Non mi ritengo suo alunno. L\’ho finalmente spiegato nella prefazione al saggio su di lui che sarà edito fra poco.

  3. Veronica ha detto:

    E\’ forse passato troppo tempo da quando l\’archeologia era ancora considerata motivo di entusiasmo e l\’archeologo una figura di prestigio…
    Oggi siamo ritenuti dai non addetti ai lavori come privilegiati impiegati in chissà quale fantomatica caccia al tesoro e da quelli del settore come degli illusi, dei disgraziati che farebbero meglio a cambiar mestiere (se pure di mestiere si trattasse e già sarebbe molto).
    Chiedo scusa per lo sfogo personale.

  4. GIUSEPPE ha detto:

    Sibilla, mi dispiace, ti trovo un pò giù! Forse io sono stato fortunato perché l\’archeologia, come sai, non l\’avevo neppure cercata. Tu invece l\’hai scelta e ti trovi di
    fronte alle difficoltà che oggi hanno tutti i giovani. Se vuoi possiamo parlarne. Sai che ti voglio bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...