LA VITA NELLE VILLE

Il progressivo abbandono delle città da parte dei ricchi non fu determinato solo da carenze di spazi in città
diventate strette. Fu anche il riflesso del rifiuto a essere coinvolti nelle conquiste sociali della plebe, nelle
conseguenze alienanti del progresso delle classi umili.
Molti non accettavano l’invadenza dei bottegai, degli ambulanti, degli imprenditori improvvisati, di chi era
costretto a vivere di espedienti. Si ripudiava, col chiasso, il contatto fisico con gente di estrazione plebea.
Non mancava – è ovvio – chi considerava la villa come un complesso di beni da esibire. Ma in alcuni c’era
la consapevolezza che solo vivendo fuori città si potevano conservare antiche abitudini, mantenere il
privilegio della scelta delle persone con cui trovarsi a contatto. A parte il piacere del possesso di ampi
giardini rallegrati da sculture, scrosci d’acqua, architetture arboree, di spaziosi ambienti di soggiorno col
contorno di porticati o peristili. E anche di collezioni d’arte, di biblioteche, di vedute di splendidi panorami
marini o montani.
Il fenomeno fu talvolta contradittorio. A Oplonti il ritrovamento di una strada e la poca distanza fra le ville
individuate fanno pensare che si stavano ripetendo fuori delle città alcuni difetti propri delle città. A parte
la trasformazione di antiche, nobili dimore in complessi a carattere commerciale.
Come è il caso, appunto, della grande Villa di Lucio Crassio Terzo, diventata da dimora patrizia un centro
commerciale per l’importazione e la distribuzione di vino, sfruttando la vicinanza del porto di Pompei.
Annunci

Informazioni su italulyxes

Sono un archeologo italiano che ha fatto importanti scoperte soprattutto a Ercolano, con l'aiuto della National Geographic Society. Se n'è trattato nei principali "media" del mondo. Ho guidato Mostre di Pompei in molti paesi europei e negli Stati Uniti.
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...